Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni

È il momento di Tolmezzo, Città alpina dell'anno 2017

14/12/2016

L'11 novembre 2016 Tolmezzo/IT, "Città alpina dell'anno 2017", ha organizzato il seminario di lancio per presentare il suo programma per il 2017 alle altre Città alpine, ai rappresentanti politici e alle associazioni locali e discuterne con loro. Anche la vicina città di Tolmin/SL, "Città alpina dell'anno 2016" ha partecipato all'incontro per trasmettere le esperienze maturate alla città alpina subentrante.

11 novembre 2016. La sala di rappresentanza della Caserma Cantore è gremita in ogni ordine di posti. Debora Serracchiani, presidente della Regione Friuli-Venezia Giulia è la prima a prendere la parola per annunciare ai media, ai rappresentanti delle altre città alpine e alle associazioni locali le prospettive che si aprono a Tolmezzo con l'assegnazione del titolo di "Città alpina dell'anno 2017". La Regione offrirà sostegno alla capitale della Carnia, in particolare per la ristrutturazione della caserma in cui si svolge la manifestazione. Il Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi è rappresentato da Taja Ferjančič-Lakota. Il sindaco, Francesco Brollo, si mostra soddisfatto del riconoscimento e illustra il programma predisposto dalla città per il 2017. "Adesso attiveremo una serie di azioni, a cominciare dal progetto di riqualificazione di una caserma, che diano una prospettiva sostenibile per il territorio", annuncia Brollo. Nell'anno della Città alpina appena iniziato Tolmezzo intende promuovere una maggior partecipazione giovanile, uno sviluppo urbano sostenibile, un turismo dolce e valorizzare i prodotti agricoli locali. La città prevede anche di ospitare diversi incontri internazionali, ad esempio sulla trasformazione delle aree urbane abbandonate nel quadro del progetto "Tour de Villes", sul tema del cambiamento demografico e sulla collaborazione tra le biblioteche nello spazio alpino.
Al pomeriggio alcuni rappresentanti di associazioni e della città proseguono il confronto su questi temi. Emergono idee per iniziative e vengono perfezionate. La città vorrebbe proseguire la collaborazione con la popolazione e le associazioni locali per trasformare l'anno della "Città alpina" in un periodo di forte condivisione.

Anche Tolmin, "Città alpina dell'anno 2016", ha partecipato all'incontro per mettere a disposizione le esperienze acquisite nel 2016 e le idee per la prosecuzione del percorso. Nel 2016 Tolmin ha sviluppato e concretizzato la sua visione di sviluppo ecologicamente e socialmente responsabile. I punti forti della sua azione sono stati il miglioramento e la modernizzazione del trasporto pubblico, dalla ferrovia ai servizi per la mobilità ciclistica. Il coinvolgimento e il sostegno ai giovani sono stati alri due temi prioritari, con l'istituzione di un consiglio municipale dei giovani o la proposta di colazioni creative per i giovani. Il turismo è stato la terza priorità di Tolmin 2016, ad esempio con iniziative per la formazione di cuochi o il programma UNESCO per la Riserva della biosfera di Clovek. Questo percorso avviato da Tolmin proseguirà anche oltre il 2017 e la città slovena rimane attiva all'interno della rete "Città alpina dell'anno", in particolare ponendosi al fianco di Tolmezzo. Per maggiori informazioni, vedasi qui: www.alpenstaedte.org/it/stampa

Gap Chambéry Brig-Glis Sondrio Sonthofen Herisau Trento Bolzano Bad Reichenhall Bad Aussee Belluno Villach Maribor Idrija Annecy Lecco Chamonix Tolmin Tolmezzo karte_alpen.png

 

 

 

 
Strumenti personali